Incendi boschivi

Il numero annuo di incendi boschivi in Italia è passato da 6.000 negli anni ’60, a 12.000 negli anni’80 e a 15.000 oggi corrispondenti a 42 incendi al giorno, quasi 2 all’ora.

Gli incendi boschivi sono divenuti una vera calamità e una emergenza ambientale: la distruzione del bosco facilita i processi di erosione, desertificazione e aumenta la concentrazione di anidride carbonica nell’atmosfera. Frequenti incendi fanno perdere fertilità al terreno e minacciano costantemente l’incolumità della popolazione.

Le persone che abitano i territori rurali e le nostre montagne sono le prime sentinelle poste a difesa dai rischi degli incendi e di tutela del patrimonio:

SE AVVISTI UN INCENDIO CHIAMA SUBITO IL 1515

Nel caso di segnalazione dell’avvistamento di un incendio è necessario:

  • giudicare il luogo esatto da dove si scorge il fumo (nome, località);
  • indicare, dopo aver fornito le proprie generalità, con la maggiore precisione possibile, la località ed il Comune dell’area che sta bruciando;
  • non riagganciare fino a che l’operatore non abbia recepito il messaggio.

Se possibile, fornire ulteriori informazioni:

  1. entità del fumo: fumo leggero, colonna decisa di fumo, più fumi, fumi poco visibili, colore del fumo;
  2. presenza di abitazioni civili, di tralicci ad alta tensione, di strade;
  3. strade utilizzabili dai mezzi di soccorso;
  4. tipo di vegetazione di bosco: incolti, pascoli, pinete, querceti, macchia mediterranea, ecc.

Link utili

  • Legge-quadro in materia di incendi boschivi. Vai al sito…
  • Bosco sicuro l’opuscolo in PDF della regione Lombardia per i ragazzi… ma anche per gli adulti. Scarica opuscolo

In Lombardia il ruolo di Direttore delle Operazioni di Spegnimento degli incendi boschivi – DOS – è affidato dalla Regione al Corpo forestale dello Stato.