Sanità domestica

Noterelle su come organizzarsi in casa

  • Tenete il numero di telefono del vostro medico a portata di mano, affisso accanto al telefono di casa e memorizzato nel cellulare.
  • Chiedetegli d’indicarvi altri medici da chiamare nel caso in cui non sia disponibile.
  • Tenete i numeri telefonici della Guardia Medica.

Molti hanno una polizza assicurativa sanitaria, a volte concessa – per esempio – per aver aperto un conto corrente presso una banca o per un mutuo, ecc.
Non dimenticatevene: leggete attentamente i termini assicurativi e il modo per richiedere un intervento a domicilio o ottenere un rimborso o una particolare prestazione sanitaria, ecc.

Esistono organizzazioni private, presenti ormai su gran parte del territorio nazionale, che offrono assistenza medica generica, specialistica e infermieristica anche per problemi complessi: se pensate di richiedere la loro opera fatevi precisare bene tempi d’intervento e costo.

La cassetta di pronto soccorso

Tenete sempre in casa del materiale sanitario per il pronto soccorso o per ogni eventualità. Non mettete questo materiale nell’armadietto del bagno insieme con il dentifricio e i prodotti cosmetici.
Mettetelo invece in un contenitore adatto: utilizzate, per esempio, una piccola cassetta per utensili con coperchio a cerniera in modo che ogni cosa sia a portata di mano quando occorre. Fate in modo che la vostra cassetta contenga tutto quel che serve.

  • Applicate su ogni cosa un’etichetta scritta chiaramente che indichi il tipo di uso e la data di scadenza.
  • Mettete nella cassetta un manualetto di Pronto Soccorso.
  • Non chiudete a chiave la cassetta: potreste non trovare la chiave quando i secondi sono contati.
  • Tenete la cassetta su uno scaffale dove i bambini non possano arrivare.
  • Mettete un pacchetto di pronto soccorso anche nella vostra auto dentro una scatola ben riparata dalla luce, dalla polvere e, possibilmente, anche dal calore.
  • Le prescrizioni dei farmaci che possono eventualmente servirvi vanno fatte dal vostro medico.

La lista che segue è indicativa per un uso domestico.

  1. Garza sterile 10 x 10 cm. Per pulire e ricoprire le ferite.
  2. Bende da 5 cm. di altezza per fasciare le ferite (già medicate con la garza sterile)
  3. Benda elastica 10 cm. di altezza.
  4. Scatola di cerotti assortiti medicati.
  5. Un rotolo di cerotto da 2,5 cm. di altezza.
  6. Un pacco di cotone idrofilo.
  7. Una bottiglia di mezzo litro di soluzione fisiologica.
  8. Un flaconcino di disinfettante non alcolico.
  9. Un flaconcino di acqua ossigenata.
  10. Una scatola di un farmaco antidolorifico.
  11. Una scatola di un farmaco antispastico.
  12. Una scatola di un farmaco antidiarroico.
  13. Un tubetto di pomata antistaminica.
  14. Un tubetto di pomata per ustioni lievi.
  15. Un tubetto di crema per contusioni.
  16. Un paio di forbici.
  17. Un paio di pinzette.
  18. Un pacchetto di aghi.
  19. Un termometro.
  20. Una lampada elettrica a pila.
  21. Una scatola di siringhe.
  22. guanti monouso.

Nota: La cassetta di P.S. per i luoghi di lavoro e la prevenzione dei danni causati da attività lavorative è regolata da apposite norme di legge.(vedi in equipaggiamento: attrezzature).


Scartate i farmaci scaduti

Ricordate che i farmaci non durano all’infinito e possono perdere la loro efficacia o diventare nocivi. Rispettate la data di scadenza e scartate le medicine che hanno raggiunto quella data. Se un farmaco ha cambiato colore o consistenza o odore, se avete dei dubbi: eliminatelo, anche se non è ancora scaduto.

Per evitare che si deteriorino, tenete tutte le confezioni delle medicine ben chiuse e riponetele in luogo fresco, asciutto e possibilmente buio. Ricordatevi che non tutte le medicine si conservano allo stesso modo:

  • alcune devono essere tenute in frigorifero
  • altre hanno la durata in relazione all’apertura per il primo utilizzo.

Per non sbagliare, leggete sempre le istruzioni contenute nella confezione.

Se avete medicine prescritte dal medico per una precedente malattia, non prendetele di nuovo senza averlo consultato.

Non gettate mai le medicine con i normali rifiuti! Gettatele negli appositi contenitori che troverete nelle farmacie… o chiedete al servizio smaltimento rifiuti del vostro Comune.