Incidenti Domestici

Oltre la metà di tutti gli incidenti ai bambini accadono tra le pareti domestiche. L’età più a rischio è quella tra i due e i tre anni.

Una finestra lasciata aperta, i sonniferi sul comodino, la vasca da bagno piena d’acqua, il cassetto delle posate socchiuso, i giocattoli sparsi per terra… alcune banali distrazioni che, in un solo secondo, possono trasformarsi drammatiche disgrazie.

Incidenti di questo tipo rappresentano la prima causa di morte e d’invalidità tra i bambini e gli adolescenti e, quello che riteniamo il luogo più sicuro e protetto, la nostra casa, è invece il teatro in cui va in scena generalmente la tragedia.
Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, solo in Italia sono circa 3,3 i milioni di incidenti domestici che, ogni anno, mettono in pericolo la salute delle persone e i bambini al di sotto dei 5 anni sono la categoria più rappresentata.

Di fronte ad una tal epidemia silenziosa si può e si deve fare qualcosa, anche perché il più delle volte simili disgrazie avvengono per cause assolutamente prevedibili ed evitabili.

I bambini vedono il mondo con occhi diversi dagli adulti… e, a differenza dei “grandi,” non sanno ancora riconoscere rischi e pericoli. Molte cose del tutto scontate per un adulto, possono rivelarsi fatali per i più piccoli.

Per ridurre i numerosi incidenti serve una maggiore informazione rivolta a genitori e persone di sorveglianza circa le fonti di pericolo. È dovere di noi adulti assumere comportamenti basati sulla sicurezza, adottare ogni precauzione utile a garantire l’incolumità dei piccoli, educarli affinché imparino a comportarsi in maniera prudente.

Secondo gli esperti, circa il 60 per cento degli incidenti ai bambini potrebbe essere evitato adottando adeguate misure preventive, ad esempio una maggiore sorveglianza o l’impiego di dispositivi tecnici di sicurezza.

Incidenti più frequenti

  • Cadute: con traumi di varia entità
  • ferite: tagli – contusioni – schiacciamenti
  • ustioni di vario grado
  • soffocamento / annegamento
  • avvelenamenti
  • folgorazioni

Come evitare gli incidenti

I bambini sono costantemente alla scoperta del mondo! Per impedire che la loro curiosità si trasformi in una fonte di pericolo, occorre organizzare l’ambiente a essi destinato nel modo più sicuro possibile. Molti incidenti dovuti a distrazione o negligenza possono essere evitati impiegando opportuni dispositivi di sicurezza nelle zone a rischio della casa e attuando una scrupolosa sorveglianza.

In tutti gli spazi domestici [Leggi...]

  • se ci sono scale, mettete cancelletti in cima e in fondo;
  • le finestre e le porte devono avere chiusure di sicurezza interne;
  • le ringhiere dei balconi e dei davanzali debbono essere alte e a componenti stretti
  • tenete sempre lontani i bambini dai fili elettrici e da qualunque elettrodomestico collegato alla rete elettrica;
  • togliete dalla portata dei bambini oggetti con diametro inferiore ai 4 centimetri che, se ingeriti, possono provocare soffocamenti
  • conservate in luoghi inaccessibili medicinali, detersivi, insetticidi ecc.;
  • prestate attenzione agli oggetti taglienti, tipo forbici, coltelli;
  • tenete sempre a portata di mano i numeri utili in caso di Emergenze e quello del pediatra di Famiglia.

Bagno [Leggi...]

    Il bagno è il luogo a rischio per eccellenza, per i bambini. Alcuni pericoli possono essere ridotti adottando le seguenti precauzioni:

  • la temperatura dell’acqua deve sempre essere inferiore ai 50°;
  • non lasciate mai i bambini da soli accanto o nella vasca da bagno piena d’acqua: per l’annegamento bastano 5 cm d’acqua.
  • tappetini antisdrucciolo in vasca da bagno e protezioni antiurto sulle rubinetterie garantiscono che il rito del “bagnetto” sia divertente e al tempo stesso sicuro.
  • Tenere in bagno solo gli elettrodomestici strettamente indispensabili, posizionandoli su ripiani o dentro armadietti inaccessibili ai più piccoli. Allontanare dalla vasca e dal lavandino tutti gli apparecchi mobili.
  • Tenere fuori della portata dei bambini oggetti spigolosi o taglienti come forbici, lime, lamette da barba ecc.

Cucina [Leggi...]

    I bambini sono attratti dagli innumerevoli oggetti presenti in cucina e chiaramente vogliono “partecipare ai lavori” che si svolgono in questa stanza: questi momenti possono purtroppo, concludersi in maniera dolorosa. Con gli opportuni dispositivi di sicurezza e la giusta dose di attenzione si possono ridurre molti dei pericoli in agguato in cucina:

  • Allontanare dalla portata dei bambini gli oggetti facilmente ribaltabili;
  • evitare tovaglie che pendono abbondantemente dal tavolo.
  • non lasciare in giro apparecchi o attrezzi di cucina; dopo l’uso riporli sempre in luoghi sicuri.
  • conservare in luoghi davvero sicuri detersivi e prodotti vari per la pulizia della casa.
  • evitare l’impiego di piccoli elettrodomestici in prossimità del lavandino perché, cadendo in acqua, possono causare folgorazioni mortali.
  • Dopo l’uso staccare sempre la spina dalla presa di corrente e rimettere a posto l’elettrodomestico.
  • Fornelli e forno:
    • girate il manico delle pentole verso il muro
    • utilizzate i fornelli più interni e impiegate pentole pesanti
    • non lasciate fiammiferi o accendini incustoditi
    • Installate protezioni antiscottatura per bambini;
    • la porta del forno sia in vetro termoisolante o dotata di una piastra supplementare in acrilico.
  • Ricordare che:
    • durante la cottura dei cibi è facile spandere inavvertitamente liquido o olio bollente;
    • i fornelli e piastre elettriche rimangono calde a lungo anche dopo spente.

Camera da letto [Leggi...]

    Nella cameretta dei bambini che spesso è anche la stanza dei giochi:

  • controllate che le sponde della culla o del lettino siano di altezza sufficientemente elevata;
  • evitate che i bambini, quando dormono, indossino catenelle, braccialetti e ciondoli;
  • non lasciate mai solo un bambino sul fasciatoio o su una superficie elevata.
  • non addossare sedie o tavolini alla finestra, evitare scaffalature e cavi di prolunga non fissati al muro.
  • Buste e fogli di plastica possono essere pericolosissimi e non devono entrare nella camera dei bambini: non è raro che il bimbo infili per gioco la testa nella busta, ma quando poi inspira, la plastica aderisce contro la sua bocca e il naso e può farlo soffocare.
  • Anche i letti a castello sono da evitare… ma se per motivi di spazio non è possibile farne a meno, è assolutamente necessario dotarli di barre laterali contro la caduta. I bambini sotto i 6 anni non dovrebbero mai dormire nella parte alta di un letto a castello.
  • Ganci a molla applicati dietro le porte impediscono che i bimbi si schiaccino le mani tra la porta e lo stipite.
  • Nella camera dei bambini non installare plafoniere o altre lampade che possono ribaltarsi o surriscaldarsi.

Più movimento, meno incidenti? [Leggi...]

Per crescere “al sicuro da incidenti“, i bambini devono potersi “muovere in sicurezza”. A tal fine i genitori possono creare un ambiente domestico sicuro, adottare protezioni e dispositivi vari, aumentare la sorveglianza ecc.: tutto ciò va senz’altro bene, ma altrettanto importante è favorire la motricità dei più piccoli. Un bambino agile si fa male con minore frequenza e spesso in maniera meno grave. Stimolare lo sviluppo della motricità e quindi la sicurezza motoria significa garantire ai bambini spazi, tempi e strumenti adeguati a soddisfare il loro naturale bisogno di movimento.

  • Ad ogni età un bambino impara nuovi movimenti. I genitori possono trasformare l’educazione motoria in un momento di gioco. Particolarmente importante è esercitare il più possibile i bambini a fare le scale. Per quanto si faccia attenzione, prima o poi capita che essi si ritrovino da soli davanti a una scala e allora è meglio che sappiano già come affrontare senza rischi questo ostacolo.
  • Televisore e computer fanno ormai parte della nostra vita quotidiana e attirano i piccoli come calamite. I genitori dovrebbero controllare che i bambini non trascurino i giochi creativi in casa e all’aperto e che trascorrano solo una minima parte della giornata davanti allo schermo di computer e tivù.

Una prevenzione mirata e attenta può scongiurare molti incidenti
o almeno mitigarne gli effetti.
Spesso bastano poche e semplici precauzioni per evitare il peggio.

I suggerimenti sopra riportati sono solo alcuni dei mille modi per prevenire gli incidenti ed evitare di dover poi applicare cerottini o precipitarsi al pronto soccorso. Perché non sempre gli infortuni sono soltanto delle “tragiche fatalità”.