Agosto 2006 – Auto nel lago, salvi per miracolo.

TOSCOLANO MADERNO. Andrea e Daniela, a bordo di una Punto, rischiano di affogare propriomdavanti al porto. Coppia finisce in acqua, due giovani si tuffano e la liberano rompendo un finestrino

Quando ha visto la Fiat Punto blu sprofondare nelle acque del porto di Toscolano non ci ha pensato due volte. Paolo Campanardi si è subito tuffato nelle gelide acque del Garda con l’amico Dennis Bonometti e ha recuperato i due ragazzi che erano all’interno della vettura.
Giovedì sera il tempo sul lago era pessimo. I due giovani «eroi» di 22 anni avevano dunque deciso di guardare un film a casa di un’amica al porto di Toscolano.
Una scelta che ha quasi sicuramente salvato la vita ad Andrea Leali e Daniela De Franceschi, residenti rispettivamente a Roè Vociano e Vobarno, che si trovavano a bordo dell’automobile al centro della piattaforma in cemento del Porto.
Secondo la testimonianza fornita agli agenti della polizia locale di Toscolano Maderno, accorsi sul posto, intorno alla mezzanotte i due stavano chiaccherando, quando improvvisamente, per motivi ancora da chiarire, il freno a mano della macchina è stato disinserito.
La coppia non ha fatto in tempo a rendersi conto del pericolo, che l’auto era già precipitata nelle acque del porto trascinandosi dietro una barca parcheggiata sulla piattaforma.
L’impatto della Fiat Punto blu è stato talmente violento che ha catturato subito l’attenzione di Paolo Campanardi, che si trovava a pochi metri dall’incidente. Alle grida di aiuto di Andrea Leali (32 anni), Paolo e l’amico Dennis sono «volati» al porto e in un attimo si sono tuffati in acqua.
Il giovane era già riuscito ad uscire dall’abitacolo della propria vettura
e i due ragazzi lo hanno tratto in salvo a riva senza fatica.
La situazione si stava invece facendo preoccupante per Daniela, completamente sotto shock, che si trovava bloccata ancora all’interno dell’auto, girata sul fianco del guidatore.
Il veicolo continuava a precipitare, sempre più a fondo.
I due ragazzi hanno cercato di aprire la portiera del passeggero che, a causa della pressione dell’acqua, sembrava bloccata.
Bisognava rompere il finestrino, non c’era altra soluzione. Paolo, operatore del 118 dei Volontari del Garda, ha agito d’istinto.
Ha nuotato fino al fondale del porto: lì ha raccolto un sasso con il quale è riuscito a rompere il vetro un attimo prima che accadesse l’irreparabile.
A quel punto per Dennis è stato facile aprire la portiera e con l’aiuto di Paolo trascinare fuori dall’auto la giovane ragazza prima che fosse troppo tardi.
Sul posto sono intervenuti la polizia locale di Toscolano Maderno, i sommozzatori dei Volontari del Garda e l’auto medica che ha curato una leggera ferita alla mano sinistra della giovane, ancora sotto shock per il pericolo scampato.
«Grazie. Da soli non ce l’avremmo mai fatta».
Così Andrea e Daniela hanno ringraziato Paolo e Dennis.
Senza il tempestivo intervento dei due «eroi», il semplice incidente avrebbe potuto trasformarsi in tragedia.

Davide Cordua