18 dicembre 2008 – Addio Francesco. Era L’«anima» del volontariato. Lo ha stroncato la meningite

Francesco Samuelli, 67enne pensionato gargnanese (era della frazione Iiano) è morto ieri all’ospedale Civile di Brescia, dopo esservi stato ricoverato il 23 novembre scorso: gli era stata diagnosticata una grave forma di meningite batterica, e dopo tre settimane di agonia il suo cuore ha purtroppo smesso di battere. Lo piangono la moglie Elide e i figli Mauro e Giancarlo, con le nuore Beatrice e Maria. Ma a piangerlo è in vero tutta la comunità di Gargnano, di cui Samuelli, attivo nel volontariato e in mille iniziative, era un infaticabile animatore. Francesco, che abitava nella frazione di Liano, aveva perso conoscenza al momento del ricovero e non si era più ripreso. Viso conosciuto sull’alto Garda ed ex amministratore dì Gargnano, era in pensione da qualche anno. Impegnato sul fronte della solidarietà, era stato tra i Volontari del Garda e attualmente era in forza ai «vigili volontari» del paese. Aveva sostenuto dal primo momento l’accoglienza dei dieci bambini bielorussi, che ogni anno dal lontano ’97 sono ospitati a Gargnano. Da poco meno di dieci anni era uno dei punti di forza delle tre associazioni (Bielorussia, Altopiano, Volontari del Garda) che organizzano manifestazioni per finanziare il volontariato. Lui si prodigava per cuocere il maxi spiedo da 650 porzioni, curava la logistica e i trasporti, si dava un sacco da fare per puro altruismo. La sua scomparsa lascia un grande vuoto a Gargnano. »