Martedì 13 Marzo 2007 – Salò. Un vicino si accorge dei lamenti.

Cade venerdì in casa: salvato domenica sera.

E’ rimasto due giorni e mezzo steso sul pavimento della camera con un femore fratturato, senza che nessuno si accorgesse di lui. L’anziano vive infatti da solo nella zona del «Pozzo» a Salò. Vittorio, pensionato di 67 anni che abita a Salò in via del Roveto, ha rischiato di morire a causa di un banale incidente domestico: è caduto alle quattro del mattino mentre si stava recando in bagno ma a causa del dolore non è stato in grado di raggiungere il telefono o la porta. Alle 19.30 di domenica un vicino ha udito i lamenti e dopo aver invano cercato di aprire la porta, che era chiusa a chiave, ha dato l’allarme. Poi il salvataggio da parte dei Volontari del Garda, dei Vigili del fuoco di Salò giunti con una pattuglia dei Carabinieri. I pompieri sono saliti con una scala sino alla finestra al primo piano e sono entrati nell’appartamento, trovando l’anziano sotto schok e deperito. Con un’ambulanza è stato portato all’ospedale di Gavardo, dove i medici hanno diagnosticato la sospetta frattura del femore. Si è ripreso dopo il ricovero. Vittorio, che non è collegato al telesoccorso, è vivo grazie ad un vicino di casa.

f.mo.