4 giugno 2007 – Turista tedesco muore in bici

Era intenzionato a salire in mountain bike da Vesio verso Passo Nota usando uno dei sentieri più ripidi. Il cuore non ha retto.

Difficile ricerca: i carabinieri non hanno ancora scoperto dove alloggiasse.
Un cinquantasettenne tedesco, Elter Gerard Wolfgang, è deceduto ieri tra le 12,30 e le 12,45 mentre si Apprestava a salire con la sua mountain bike da Vesio verso Passo Nota. Per l’ascesa aveva scelto uno dei percorsi più ripidi, quello che da Piazzale Angelini porta alla Valle delle Cerese. E proprio in questa valletta il turista sportivo deve avere accusato troppo lo sforzo e il cuore non ha retto.
Gli inquirenti parlano di probabile infarto, seguito da una rovinosa caduta che ha complicato la situazione procurandogli gravi ferite. Il corpo è stato avvistato a pochi metri a valle della strada sterrata, mezz’ora dopo la probabile morte, da qualche escursionista che ha Immediatamente chiamato il 118 verso le 13,30.
Questo, a sua volta, ha avvisato i carabinieri di Limone Sul posto sono intervenuti ali uomini del Gruppo Alpini di Vesio, che hanno collaborato con i carabinieri, mentre la constatazione della morte è alata effettuata dal medico del presidio di Gargnano. In precedenza era accorso anche l’elisoccorso che però, constatata la situazione e l’inutilità di un ricovero, rientrava alla base.
Sul luogo si sono portati anche i volontari di Tremosine. Nel frattempo, ieri sera, i carabinieri di Limone erano ancora impegnati alla ricerca del luogo dove l’uomo potesse essere alloggiato, una ricerca tutt’altro che facile. Gli sono stati trovati addosso i documenti, che hanno permesso di identificarlo e di sapere che è originario di Leuken, una città della Germania.
Ma non c’era alcuna traccia della sua vettura, mentre la ricerca negli alberghi appariva complicata sia dal guasto che ha messo fuori uso gli impianti telefonici di molte strutture ricettive limonesi, sia dal numero eleva­to di alberghi, affittacame­re, residence, campeggi distribuiti tra Limone e Tremosine, dove pare il turista potrebbe avere trovato alloggio.
Non è da escludere, inoltre, che potrebbe dimorare in un altra zona del Garda ed essere arrivato fin lì per un’escursione Si aggiunga che l’uomo potrebbe avere scelto, per il soggiorno, una delle tante camere che vengono date in affitto a rotazione, sistema in uso soprattutto tra i turisti tedeschi. Per cui, al momento, la salma è stata identificata attraverso il controllo dei documenti, ma non da conoscenti né da alcun familiare Nel frattempo, questa mattina ci sarà l’ispezione del cadavere da parte del medico igienista e se non emergeranno complicazioni verrà confermata l’autorizzazione al seppellimento, già concessa dal giudice. Fino a ieri sera, ai carabinieri non era giunta alcuna segnalazione di scompasrsi.
Anche se non menzionati nell’articolo i Volontari del Garda sono intervenuti