9 settembre 2007 – Durante la mattinata il vento arriva a toccare i 32 nodi

Una splendida giornata di sole dominata da «Peler» e «Ander» .

GARGNANO – La regata ricomincia. Il vento da sud si rivela un «Ander», forte da Gargnano fino all’isola Borghese, molla appena il lago si allarga come il mare. Lascerà poi spazio ad una «fasanella». Sono le 14.34 quando Tommy Hilfiger passa da Desenzano.
All’altezza di Moniga incrocia «Clandesteam». Benamati indirizza Smyth lungo la costa bresciana. Passa meno di un’ora prima di vedere l’altro Extreme transitare dalla boa del basso lago. C’è chi parla di Ander. Il grosso delle flotte è ancora a metà strada.
Mediatel comanda il trofeo Croce dei cabinati. Il migliore degli esordienti Melges 32 è Luca Valerio. L’Esse 850, l’ultimo lavoro di Felci, Surprise, First 8, Fun, la lunga fila dei gruppi 2 e 3.
Alle 15.45 radio corsa ci segnala il passaggio di «Clan» da Desenzano. Il diabolico Flying Star soffre più di tutti il poco vento. Atterra con il Gennaker. La bella prova, comunque, resta. In porto a Bogliaco arriva RaffiCa vittima di un’avaria nella parte alta del lago, più una serie infinita di tuffi dei suoi trapezisti.
Angelo Glisoni, l’iseano che di pulriscafi ne sa molto, racconta in Tv del progetto di Marstrom. L’idea è un 32 piedi, 9 metri e mezzo, 450 chilogrammi di peso per vincere la MultiCento davanti agli Extreme (che pesano quasi il doppio). L’idea è di battere quelle 6 ore e 5 minuti che Giorgio Zuccoli, con lo stesso Glisoni, il simpatico Ciospo Allegri e l’australiano Mitcth Booth, impiegò nell’edizione del 1993 con la rossa «Dimore». A Desenzano transitano dopo «Clan», i britannici di Full Pelt, e il Flying Star «Le Posate».
A Bogliaco dopo i primi tre della MultiCento e il primo della Centomiglia, secondo dietro a Clandesteam è l’olimpionico Jo Richards e il suo interessante Full Pelt, poi un gruppo di piccoli cat: Vavamuma, Black Pearl, Cervinia, il Flying Le Posate di Stefanini e Bolis, che vince il Trofeo Regione Lombardia del Gruppo 2 dei monoscafi. La bella battaglia dell’esordiente Melges 32 premia i triestini Bolzan e Michele Paoletti, ex di Mascalzone che regola Luca Valerio, Mediatel di Zambiasi e Masserdotti che vince il Trofeo Beppe Croce per i cabinati, il Fantasticaaa, altro Melges e Caipirinia, il Protagonist di Martin Rejintes che si aggiudica il successo di classe e il trofeo Comune di Gargnano del Gruppo 3.
Il quadro dei vincitori dei singoli trofei si completa. Per qualcuno sarà una crociera notturna.

s. pell.