2 ottobre 2007: Cade nel lago col camion

L’autista è grave, ma vivo. Lo schianto con una vettura e il volo di oltre venti metri lungo una scarpata. Complicato il recupero

Una Punto che «taglia» la curva in località «Mole» tra Toscolano e Gargnano. L’urto violento con un camion del caseificio Alpe del Garda di Tremosine che sta procedendo verso Salò per le consegne.L’impatto contro la ruota posteriore e la vettura condotta da Gianpaolo P., 33 anni di Sciano, si ferma tra le due corsie.Il camion, con a bordo Emanuele Manozzo, 45 anni di Tremosine, invece si gira su se stesso, abbatte otto metri di guard rail e finisce nel lago dopo un volo di 25 metri.
È l’inizio del dramma che ieri ha tenuto per un’ora con il nato sospeso quanti transitavano sulla Gardesana.
rapidi soccorsi è stato un autista della Sia. Stava percorrendo la statale quando ha assistito da vicino all’incidente e visto il camion sparire all’improvviso.
Per un attimo ha temuto che le acque del lago lo avesse inghiottito, ma avvicinatesi al parapetto ha visto il furgone bloccato tra gli scogli.
Nella cabina un uomo ferito, che perdeva sangue dal volto, ma che era vivo.
L’acqua del lago gli arrivava al petto. È accaduto tutto alle 6.45, quando è giunta la chiamata al «118», che ha inviato l’ambulanza di Gargnano e l’eliambulanza da Brescia con a bordo un tecnico del soccorso alpino pronto a calarsi.
Ma è stato deciso di far intervenire anche la guardia costiera via lago per impegnato i vigili del fuoco di Salò e i Volontari del Garda.
Prima i vigili, calandosi lungo la scarpala, hanno ancorato il camion alla parete per impedire che si inabissasse, poi i militi si sono spinti in acqua facendosi largo fra le lamiere per estrarre l’autista, affidandolo al gommone della Guardia costiera che lo ha portato fino alla piazzola di Bogliaco, dove era atterrata l’eliambulanza.
Ora il ferito è ricoverato in prognosi riservata nel reparto maxillo facciale del Civile di Brescia, ma non è in pericolo di vita, praticamente illeso, invece, il conduce dell’auto.
Un miracolo ripetono i soccorritori tentando di ricostruire la dinamica dell’incidente. Uno scontro che ha obbligato la Polizia stradale di Salò, coadiuvata dai vigili di Toscolano Maderno, a chiudere la Gardesana dalle 9,30 alle 10,35 con senso unico alternato.
I resti del camion sono stati recuperati da una grossa autogru.

Franco Mondini