9 ottobre 2006 – Limone. Roberto Zenucchini era in moto: 37esima vittima della due ruote.

Ferita la donna che era con lui. Schianto fatale sulla Gardesana Muore un 28enne di Sirmione.

Ancora sangue sulle strade bresciane, ancora un motociclista morto. Ieri la morte a falciato la vita di Roberto Zenucchini, 28 anni di Sirmione, mentre stava percorrendo la Gardesana Occidentale da Riva in direzione di Salò. Dall’inizio dell’anno, contando anche il pensionato morto ieri dopo le 18 al Civile in conseguenza della caduta dalla Vespa del figlio su una strada sterrata a Montisola, sono trentasette i motociclisti che hanno perso la vita sulla strada.

Il drammatico incidente si è verificato poco dopo le 17.30. La moto di Zenucchini si trovava nella lunga galleria artificiale che è posta tra gli abitati di Limone e di Campione al Km. 98,500 quando, per cause in corso di accertamento (sul luogo è intervenuta la Polizia Stradale di Salò), la due ruote è andata ad urtare (solo una strisciata) una vettura che sopraggiungeva in senso contrario.

Dai primi accertamenti pare che il giovane abbia urtato un’auto che procedeva nel senso di marcia opposto al suo, mentre effettuava un sorpasso. Tanto è bastato perché il giovane bresciano perdesse il controllo del mezzo andando ad «appoggiarsi» a un motociclista che procedeva nella sua stessa direzione. Le due motociclette hanno proceduto affiancate, ma ad ave­re la peggio è stato Zenucchini che è andato a schiantarsi contro la parete della galleria, mentre l’altro motociclista è riuscito a restare in equilibrio.

L’impatto contro la parete della galleria artificiale è stato molto violento. Il decesso del giovane è stato immediato e, per il ventottenne, a nulla è servita la velocissima corsa dell’auto medica di Gargnano che, allertata attorno alle 18, si è immediatamente portata sul luogo del sinistro, avvenuto appena qualche minuto prima. In moto con Zenucchini viaggiava anche Giovanna Scolari, 45anni di Lonato. L’impatto è stato tremendo anche per lei. Le sue condizioni erano molto preoccupanti elelisoccorso, inviato dal 118 di Brescia, ha trasportato la donna al Civile. Dopo una serie di accurati accertamenti i medici hanno riscontrato alla donna un grave trauma toracico. Giovanna Scolari è stata avviata nel secondo centro di rianimazione, la prognosi è riservata.

A prestare soccorso ai feriti sono intervenuti anche i volontari della Croce Bianca di Limone, che hanno trasportato a Gavardo il conducente della secondo moto coinvolta e che presentava ferite che apparivano piu lievi.il turista milanese guidava la moto coinvolta in seguito al “tamponamento” e, dopo l’urto, è riuscito grazie anche alla moderata velocità a non perdere completamente il controllo del mezzo e ad evitare di conseguenza guai peggiori.

L’incidente è avvenuto proprio nel tardo pomeriggio di domenica, quando la Gardesana è particolarmente trafficata a causa dei rientri. Si aggiunga l’incoraggiamento a mettersi in strada in una gior­nata di sole come quella di ieri, prescelta da chi non vuole perdersi gli ultimi spiccioli di bel tempo, il traffico è stato bloccato per tre ore e si sono, di conseguenza, formate lunghissime code, che hanno richiesto moltissimo tempo per essere smaltite.

Solo dopo aver effettuato tutti i rilievi e aver ottenuto dal pm di turno il nulla osta alla rimozione del corpo, la salma del giovane è stata portata alla camera mortuaria dell’ospedale di Gavardo.

Da rimarcare che il tratto di Gardesana più a nord, e quella galleria artificiale in particolare, non sono nuovi ad incidenti stradali che hanno sovente epiloghi gravi o addirittura, come in questo caso, la morte. Sono almeno mezza dozzina i decessi avvenuti in quel punto della galleria artificiale negli ultimi vent’anni.

Bruno Festa